lunedì 26 febbraio 2007

Punto e Filosofia


La matrona gelosa sul palco ripete la nenia plautina, rivisitata in dialetto Siracusano: “Unni vai? Cu ccu vai? Unni vai? Cu ccu vai? Unni vai? Unni vai ? Cu ccu vai?”.
La musica in sottofondo viola la mente, ponendo irresistibili accenti ritmici ad ogni parola.
E’ inevitabile l’ennesimo tormentone si è definitivamente insinuato nella mia mente. Bello tranquillo ha piantato tenda nella sinapsi e non ha nessuna voglia di schiodare.
La punto grigia macina i chilometri della Palermo- Catania, non occorre riflettere troppo sul fatto che devo uscire a Tremonzelli, lo farò di riflesso, l’unica cosa che mi tormenta in autostrada alle 8,00 di mattina è “ Unni vaio” e soprattutto “Cu ccu cci vaio”.
Mi viene in mente una battuta letta su Dylan Dog:
“Chi siamo? Dove siamo? Dove andiamo? E se ci andiamo, basterà la benzina?”
La mente viaggia più veloce di una Punto, non so dove sto andando, ancor meno con chi sto andando, ma una cosa è certa.: Mi fermo a Scillato e faccio il pieno!

Colonna sonora: Gianna (Rino Gaetano)

6 commenti:

dandyna ha detto...

benvenuto nel posterone!!

barbi ha detto...

"non so dove sto andando, ma so che ci sto andando!" (BB)

....buon inizio settimana. Un bacione :)

Bulgakov ha detto...

Grazie dell'accoglienza Dandyna, trovarti è stata un'impresa. U
n buon inizio settimana anche a te Barbi. Aggiungo anche io una citazione, che penso sia una delle versioni più attuali del quesito esistenzialista proposto dal post:
"Ah stronzi! 'Ndo state? Che fate? 'Ndo annate?". (da Viaggi di Nozze di Carlo Verdone)

SCRI...... ha detto...

... e intanto io ... so tornata pure da Roma!!! arieccomi!

Bulgakov ha detto...

Facciamo un patto Scri: tu smetti subito di parlare in romanesco ed io metto a freno le mie doppie

spiff ha detto...

Variante di Oreglio:
"Chi siamo? Da dove veniamo? Dove andiamo?...ma soprattutto: chi c@@@o guida??"