mercoledì 25 aprile 2007

A volte è un attimo


Spesso tutto si riduce ad un ricordo. Epicuro definisce clinamen la deviazione che gli atomi in caduta verticale devono compiere per scontrarsi e dare vita a qualcosa di nuovo. Ecco a volte gli eventi più importanti della nostra vita sono riconducibili ad uno scontro, al ricordo di una deviazione. Una fotografia mentale di qualcosa che scorre verso infiniti scontri e deviazioni e che non potrebbe essere fermata se non attraverso una proiezione mentale.
Anche la Natura a volte vince il tempo fotografando sé stessa. Fotografie in pietra che rimandano a qualcosa che un tempo era vivo. Immagini stampate sulla roccia, che hanno richiesto milioni di anni per essere sviluppate.
Di fronte a tanto, non si può che rimanere di sasso.

Colonna sonora: Sassi (Gino Paoli)

1 commento:

PaleMMMitana ha detto...

d'altronde.. la fotografia non è che un'istante..