lunedì 14 aprile 2008

L'odore dei ricordi


E penso a quella penna da una settimana.
E’ un pensiero fisso.
La sua scomoda impugnatura mi ricordava le spade laser da guerre stellari.
I suoi profumi riempivano tutto il quaderno.
Il titolo di ogni tema sapeva sempre di fragola.
Ogni tanto una delle dieci molle si bloccava.
Bastava svitare la penna per sbloccarla.
E poi una striscia sul quaderno con tutti e dieci i colori.
Un arcobaleno di limone, mela verde e frutti di bosco.
Ci penso da una settimana alla mia penna multicolore
E’ un pensiero fisso…
… devo smettere di usare questo bagnoschiuma al biancospino e more!

Colonna sonora: Il profumo del tempo (Amedeo Minghi)

9 commenti:

matita D ha detto...

...passa al Pino Silvestre! un classico...;-)
(La vasca-Alex Britti)...:-)

Bulgakov ha detto...

Così poi penso sempre all'Amazzonia!

PiEffe ha detto...

io il matitone grosso non l ho mai avuto, però avevo cmq 5 penne colorate/profumate...

SCRI...... ha detto...

Ce l'ho. C'ho la canzone de 'sto giro ...

Prendi una matita, prendi una matita
e disegna un lago azzurro
buttaci i pensieri, tutti i dispiaceri
e sorridi al mondo intero

Sopra un verde prato traccia il viso amato
dagli tanti baci, baci, baci, baci
prendi una matita tutta colorata
e disegna cieli blu
...

Bulgakov ha detto...

@pieffe: io quelle le rompevo subito!
@Scri... : già che ci sei fammi pure una zebra a pois

D ha detto...

Sì, me l'hai fatta ricordare!

Ehm...non è che mi manderesti un po' di quel bagnoschiuma?!

Bulgakov ha detto...

Ne ho quanto ne vuoi... ci aggiungo pure lo shampoo alla mela verde?

gpf ha detto...

Anch'io lo usavooooo!
Ed ammetto di esser stato stregato dall'immancabile multiriga colorata.
Così, per vedere l'effetto che faceva.

Bulgakov ha detto...

L'unica cosa da non fare assolutamente dopo una multiriga è annusare... l'odore è più o meno quello che lascia la mia vicina del terzo piano in ascensore! Quelaa che si rompe addosso bocce intere di profumo per intenderci