mercoledì 28 novembre 2007

L'amore in poche note

Capita a volte di aver voglia di accorciare le distanze.
Capita a volte di volerlo fare usando le parole.
Capita a volte che quelle parole, siano parole d’amore.
Capita che qualcuno legga quelle parole e decida di fare un regalo agli amanti.
Ringrazio Daniela che ha voluto regalare un po’ di musica a quelle parole.

Una mia amica sostiene che certe cose vanno fatte sì in rete… ma solo se sopra la rete c’è un materasso!

10 commenti:

PaleMMMitana ha detto...

ora, mentre leggevo il tuo post pensavo "stavolta non ci casco, vediamo con che battutaccia se ne deve uscire alla fine!.
E invece è stata l'unica volta che hai scritto una poesia d'amore! :P

Anche perchè, l'amica tua è una saggia!! eheh

Bulgakov ha detto...

Fregata! :D

PiEffe ha detto...

rete? consiglio le doghe: non cigolano...

SCRI...... ha detto...

Osservavo che è diventata una cosa a tre, bello però ... il post ... l'unione ... per il famolo strano ... passo!

Daniela ha detto...

Tra un amplesso e un molleggio
io vi fò da menestrello;
voi i baci, io l'arpeggio
o' famo strano ma...o' famo Bello!

Bulgakov ha detto...

Ma in tre le doghe reggono?

Daniela ha detto...

...voi le doghe, io lo sgabello:)

PiEffe ha detto...

se reggono ?
il letto su cui mi accingo a dormire nella nuova vita che sta per iniziare ha 16 doghe (invece di 13) e 2 barre di rinforzo (invece di 1): mi chiedo ancora perchè il venditore ci abbia proposto proprio questo modello...

spiff ha detto...

Quoto le doghe. Divani alla bisogna. Auto quando avevo i brufoli.

Bulgakov ha detto...

@ daniela: Sgabello???... Ardita!
@ pieffe: Secondo me pensa che lo dobbiate usare come pista per i go-kart
@ spiff: Ovunque ma mai in spiaggia... la sabbia riserva risvolti imbarazzanti!