venerdì 30 novembre 2007

Venti minuti


“Cent’anni di solitudine”, lo ha scritto Marquez.
Ecco io non sono così pretenzioso… mi bastano venti minuti.
I venti minuti di solitudine li cerco in rarissimi momenti.
In genere quando mi rendo conto che qualcosa di importante si è momentaneamente assentato…
.. ed allora servono venti minuti per ritrovarlo.
Come si ritrova?
Se sono in autostrada, indugiando sull’autoradio.
Altrove… scrivendo.
Scrivo allora della cosa più importante.
Se ne parla nella Bibbia.
Vi ha dissertato Platone.
Newton ne ha fatto un fondamento della fisica.
Scriverò della mela.
E non è una cosa facile…
“Con le mele bisogna essere precisi” come disse Guglielmo Tell.
Ecco io parlerò qui del pomo della discordia.
Delle scelte.
Venere, Minerva, Giunone.
Amore, saggezza e ricchezza.
Cosa succede se una delle scelte esclude le altre due?
A pensare a Troia, per assonanza, un gran casino.
Una mia amica dice che ama mangiar le mele dopo aver fatto l’amore.
Mi diverte il fatto che oggi ne abbia comprato nove alberi in un vivaio.
O ne mangia tante o ha grandi aspettative.

Colonna sonora: Cogli la prima mela (Angelo Branduardi)

6 commenti:

Daniela ha detto...

"Prima della mela, l'uomo: NON potere peccare; dopo la mela: potere NON peccare..."
S.Agostino

SCRI...... ha detto...

La seconda che hai detto1

spiff ha detto...

"Amore, saggezza e ricchezza.
Cosa succede se una delle scelte esclude le altre due?"

Bob de Niro/Jimmy in New York New York per riconquistare Liza Minnelli/Francine teorizzava "La Grande Armonia": un pò di soldi, un pò d'amore, un pò di musica... :-)

Bulgakov ha detto...

La scelta è il problema!
Che a mordere la mela sbagliata si rischia di finire lunghi a terra come Biancaneve.

PaleMMMitana ha detto...

si, ma se Biancaneve non fosse finita "lunga per terra" magari non avrebbe trovato il principe azzurro! ;)

Bulgakov ha detto...

Ecco l'ultima cosa che voglio è che un tizio in calzamaglia azzurra provi a baciarmi mentre sto dormendo!